• +393406297317
  • segreteria@sindacatosigis.it

Newsletter del 22 maggio

Newsletter del 22 maggio

Si è svolta nella giornata di ieri una riunione indetta dal Sindacato Sigis e aperta a tutti i referenti regionali dello stesso.

Sigis sottolinea, come già fatto nella riunione di ieri, che è stata commissionata un’indagine legata all’incidenza del covid-19 nell’ambiente piscine. La stessa è stata condotta da Giulio Tarro, famoso professore napoletano, candidato al Nobel (collaboratore del professo Sabin il padre del vaccino antipolio) e scopritore del virus sinciziale nella bronchiolite dei bambini.

Sigis invita tutti gli aderenti al sindacato che gestiscono impianti dotati di piscina/e di dare la massima diffusione dell’indagine condotta dal prof. Giulio Tarro sia attraverso le piattaforme web e social, sia come brochure da distribuire all’ingresso e/o nella cartellonistica degli impianti, con relativa firma dell’illustre virologo.

Questi i punti trattati ieri durante la riunione del Sigis:

  • Richiesta sospensione delle utenze
  • Lettere di incarico
  • Corso di formazione: suddivisione in due parti; prima parte (non obbligatoria ma auspicabile) certificata da Ente di promozione sportiva, seconda parte normative RSPP obbligatoria.  
  • Approntare eventualmente la possibilità di corsi anche per i centri sportivi con poco personale, unendoli ai corsi allestiti per nostri centri SM
  • Preparazione decalogo percorso guidati per comportamento degli utenti
  • Comunicazione indagine dei virologi per ciò che riguarda l’ambiente piscina ed il suo status sanificante dovuto ai vapori di ipoclorito di sodio che formano una coltre alta. Far girare la notizia su social e sito Sigis.
  • Voucher per le categorie fragili, parent coaching
  • Proposta di uniformità di costo per le categorie fragili
  • De Palo: preparazione relazione sulla disabilità
  • In sospeso il problema delle denunce
  • Proposta preparazione eventuale brochure informativa riguardante il Sindacato Sigis

MALLEVA INFORTUNI Il problema della possibilità delle denunce contro il gestore per infezione provocata dall’inosservanza delle procedure riguarda la presa di posizione dell’INAIL a marzo, quando in veste di agenzia assicurativa mise le mani avanti in relazione alla possibilità del contagio ma da parte dei dipendenti e non degli utenti o dei clienti di qualsiasi attività commerciale. A chiarimento le ultime disposizioni -dopo aspro dibattito con confcommercio e confindustria- che mallevano l’imprenditore da questo pericolo. Per le categorie fragili si raccomanda che tutti i soci del SIGIS non aumentino le tariffe (disabili cognitivo relazionali)

REDAZIONE

scrivi il tuo messaggio